La riorganizzazione strategica del personale nel processo di acquisizione: i primi passi necessari

Cosa succede quando un’azienda padronale viene acquista da un’azienda internazionale?

In che modo l’azienda acquisita può raggiungere gli standard imposti dalla nuova proprietà?

Come cambiano le logiche nella scelta e direzione del personale?

Recentemente mi hanno affidato una missione di questo tipo. Obiettivo dichiarato: produrre in breve termine risultati importanti in termini di fatturato, risultati impensabili per la vecchia struttura.

Crescere in poco tempo come parte integrante di una multinazionale richiede una nuova organizzazione del lavoro e l’adozione di nuovi paradigmi di pensiero.

Per questo l’azienda in questione ha deciso di avvalersi di un servizio di HR management in outsoucing.

Tale scelta ha prevalso sulle altre opzioni possibili: consulenza, assunzione di un HR manager, trasferimento di un HR manager dalla casa madre.

La soluzione dell’HR management in outsourcing è infatti più economica, meno rischiosa e soprattutto garantisce il giusto livello di presidio dell’azienda oltre che un maggiore focus su risultati in tempi brevi.

In breve tempo con il supporto di altri colleghi specializzati in servizi di HR management ho attuato questi primi interventi:

–          Definizione del nuovo organigramma

–          Ricerca della prima linea manageriale in grado di supportare la crescita

–          Presa in carico della gestione amministrativa e istituzione di una reportistica

–          Ridefinizione degli spazi di lavoro per renderli più funzionali alla nuova organizzazione (meno

–          Gestione delle problematiche con il personale sorte in seguito alla riorganizzazione.

Un motto di San Francesco dice

“Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile.

E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile.”

Ecco perché quegli interventi sono necessari

Definizione del nuovo organigramma

La vecchia conduzione padronale prevedeva un organigramma fortemente rigido ed anche se presentava la classica forma piramidale, tutti di fatto dipendevano dal padrone, grande visionario e dal forte orientamento al risultato ma con grandi difficoltà di definire obiettivi chiari e delegare. È evidente che questo tipo di organizzazione può garantire dei risultati solo fino ad un certo punto, finché le energie di chi fa da traino bastano. Ma non può rispondere alla richiesta di una crescita a di più di dieci punti percentuali. Quindi servivano nuove competenze più di tipo manageriale

Ricerca della prima linea manageriale in grado di supportare la crescita

Abbiamo cercato tre persone con esperienza internazionale che sposassero il progetto e ci potessero aiutare a portare avanti il cambiamento. Non ci siamo accontentati di competenze manageriali, abbiamo cercato persone pronte a “sporcarsi le mani”, svolgendo anche compiti minori, ma soprattutto consapevoli di tutto il processo produttivo. I primi assunti in un’azienda sono importanti perché sono quelli che contribuiscono alla definizione di dei metodi di lavoro e di conseguenza dei valori aziendali su ciò che è prioritario e ciò che è importante.

Presa in carico della gestione amministrativa e istituzione di una reportistica

Il nostro focus è stato: ridurre i costi e rilevare gli sprechi per ottimizzare le spese di gestione del personale.

Ridefinizione degli spazi di lavoro per renderli più funzionali alla nuova organizzazione

Per favorire la diffusione del nuovo metodo di lavoro e della nuova organizzazione abbiamo riorganizzato gli spazi di lavoro, eliminando il posto fisso a favore di postazioni libere. Un cambiamento strutturale per stimolare un cambiamento anche di tipo culturale.

Gestione delle problematiche con il personale sorte in seguito alla riorganizzazione.

I nuovi metodi di lavoro hanno “spiazzato” i vecchi dipendenti, soprattutto quelli. Alcuni ci hanno messo del tempo per allinearsi, altri hanno preferito cercare un altro posto di lavoro. Abbiamo gestito pratiche di dimissioni e licenziamenti.

Questi sono alcuni dei piccoli passi di una grande avventura. Veder crescere realtà come queste è al tempo stesso stimolante ed una sfida. Ben presto le difficoltà uniscono il gruppo e in poco tempo si intravedono i risultati dell’”impossibile”.

Se vuoi sapere quali sono gli altri step del processo di riorganizzazione del personale e quali risultati si possono ottenere contattami

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi